CONFERIMENTO

CON VALUTAZIONE DI BENI IMMATERIALI

CONFERIMENTO

la costituzione del capitale sociale

L’Azienda è il complesso di beni organizzati dall’imprenditore per l’esercizio della propria attività di impresa.

Perché si possa parlare di conferimento d’Azienda, è necessario che il complesso di beni materiali e immateriali conferiti alla società sia potenzialmente idoneo a consentire l’esercizio di una determinata attività di impresa.

Il conferimento è dunque l’apporto da parte del conferente di una azienda a favore di una società definita conferitaria. In cambio il conferente riceve non un corrispettivo prezzo, ma una quota di partecipazione nella società conferitaria.

COS'È IL CAPITALE SOCIALE?

Il capitale sociale è detto anche capitale di rischio, poiché rappresenta l’insieme delle risorse messe a disposizione dai soci per raggiungere gli obiettivi di business secondo lo statuto.

È anche la prima garanzia dell’Azienda nei confronti di creditori, fornitori e banche. 

Il conferimento dei beni può essere effettuato sia in fase di costituzione della società oppure in qualsiasi momento di vita della società stessa.

Il capitale sociale costituisce il valore delle somme e dei beni conferiti dai soci all’atto della costituzione dell’impresa. Ogni quota viene conferita ai soci in proporzione a quanto ognuno di essi ha versato. 

COSA PUÒ ESSERE CONFERITO?

Nelle società di capitali può essere conferito qualsiasi bene che abbia un valore economico, ad  esempio: 

  • Marchi e brevetti;
  • Crediti e denaro;
  • Beni in natura;
  • Beni siano essi mobili;
  • Beni mobili e immobili;
  • Immobili e crediti suscettibili di valutazione economica ed utile per il conseguimento dell’oggetto sociale;
  • Rami di aziende o aziende intere;
  • Prestazioni di attività lavorativa, sia manuale sia intellettuale.